Sports

Azzurri di Gloria è di proprietà di Luca Lovelli
CF: LVLLCU87T16F965K
email [email protected]

Article source: https://www.azzurridigloria.com/news-pallavolo/volleymercato/


Il 15 giugno su invito di Tommaso Colapietro sono stato ospite negli studi TV di “AtletiCat nati per Correre”, una sua creatura, in collaborazione con Samuele Di Giammartino di informazione sportiva. Le trasmissioni vanno in onda in diretta tutti i giovedì dalle ore 21.00 e sono replicate il sabato sempre alle 21.00 su One TV canale 86 digitale terrestre o su SKY canale 897.

Alla trasmissione di questi carissimi amici ho già partecipato nel 2015, dopo la mia conquista delle medaglie d’Argento individuale, e d’Oro a squadre nei  Mondiali di Grosseto fra gli Over 80.  Il canale televisivo “AtletiCat nati per Correre” è nato dal connubio fra Colapietro e Di Giammartino con l’intento di divulgare notizie sportive e cercare di evidenziare e valorizzare gli atleti di tutte le discipline sportive.

Nello studio televisivo, accogliente e ben arredato, la sera del 15 giugno oltre a me erano stati invitati anche Emilio Romita allenatore della nuova “Associazione Tecno Sport” con i ragazzi/e della squadra, e tre atleti Massimiliano Magno, Edith Ventosilla e Olexanra Vanat, che recentemente hanno partecipato alla 100 km del Passatore,  presenti ovviamente i padroni di casa il grande Tommaso e Samuele e quattro tecnici fra i quali il cineoperatore Alvaro Nocetti.

La trasmissione va in diretta e senza nessuna preparazione (scaletta) rigida, il conduttore nella maggior  parte dei casi rivolge agli ospiti presenti domande prettamente personali, sugli obiettivi raggiunti e quelli da raggiungere. Emilio Romita ha raccontato dei suoi successi nel mondo del calcio e il motivo per cui è passato all’atletica, in questa disciplina Emilio ha formato una squadra di sette studenti dell’Università (del gruppo fa parte anche proprio figlio).

Massimiliano e  le signore Edith e Olexanra hanno raccontato la loro positiva esperienza nel correre per 100 chilometri nella mitica gara del Passatore. La gioia di ultimare la corsa hanno spiegato i nostri atleti è stata più forte del dolore e della fatica.

Alle domande di Samuele anche io ho risposto con naturalezza ricordando che nel 2015 all’età di 80anni ho conquistato il 1° posto alla Maratona di Roma tempo (corsa in 4h40’) il 1° posto alla Roma Ostia (2h08’)  nello stesso anno ho conquistato la medaglia d’Argento e d’Oro a squadra agli Europei di mezza maratona di Grosseto (2h01’).

Le domande del conduttore si sono concentrate anche sui miei obiettivi futuri da podista: con molta franchezza ho risposto che mi rendo conto che a 82 anni la mia carriera d’atleta volge al  termine, al momento ho preso la decisione di non correre più con l’idea di mettermi in competizione con i miei coetanei, “corro a sensazione”,  come dire che corro come mi sento in quel preciso momento senza strafare, se poi ci sono anche dei risultati, sono felicissimo.

Durante l’ora di trasmissione, in studio sono stati proiettati dei filmati relativi a corse disputate e da fare. Si è discusso anche della sospensione del “Solstizio d’Estate Memorial Alfonso Tordi” in programma il 21   giugno nell’interno di Villa Gordiani. A riguardo Pino D’Egidio organizzatore della gara mi aveva riferito di aver annullato l’evento perché non gli sono pervenuti i permessi richiesti a suo tempo da parte del Presidente del Municipio Roma 5 e dall’Assessore Sport e dall’Ufficio Sport, La risposta negativa dell’Ufficio Sport è stata motivata dal fatto che la Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Roma Tutela Archeologica e l’ufficio Eventi non consentiva di installare strutture per manifestazioni di qualunque genere all’interno del parco di Villa Gordiani al lato sinistro in uscita da Roma direzione GRA autorizzandole viceversa solo nel lato destro.

D’Egidio, tenuto conto che nel lato destro del parco non ci sono le condizioni per realizzare un circuito e soprattutto in considerazione delle limitate strutture necessarie per lo svolgimento dell’evento consistenti soltanto in n. 2 tavoli necessari per il cronometraggio e il ristoro post gara per gli atleti e n. 4 gazebo misure 4×4 metri (n.2 da adibire a copertura dei suddetti tavoli e n.2 da adibire a spogliatoio), ha perciò rinunciato allo svolgimento dell’evento.

Un vero peccato nell’ambito delle corse podistiche perché il “Solstizio d’Estate Memorial  Alfonso Tordi”, giunto alla decima edizione, era diventato un evento importante della Capitale, un fiore all’occhiello del V Municipio, un’occasione per far conoscere agli atleti provenienti dai municipi limitrofi le bellezze di Villa Gordiani.
In breve e in conclusione la trasmissione T.V. “AtletiCat nati per Correre” guidata da Tommaso Colapietro e Samuele Di Giammartino con la loro esperienza acquisite come atleti, e televisive riesce a diramare importanti notizie per  valorizzare e far crescere il mondo dello sport.

Article source: http://www.abitarearoma.net/atleticat-nati-correre-tommaso-colapietro-samuel-giammartino-valorizzare-lo-sport/

TORINO – Alla fine è arrivata la più tragica delle notizie: Erika, la ragazza rimasta ferita in piazza san Carlo a Torino durante la finale di Champions League Juventus-Real Madrid, non ce l’ha fatta. E’ morta all’ospedale san Giovanni Bosco del capoluogo piemontese, dove era stata ricoverata la notte del 3 giugno per un infarto da schiacciamento. Le sue condizioni, apparse subito serie, si erano ulteriormente aggravate nelle ultime ore, fino alle 21:56 di questa sera, quando la donna ha esalato l’ultimo respiro. 38 anni, originaria di un piccolo paese a pochi chilometri da Domodossola, Erika si trovava in piazza per accompagnare il fidanzato, tifoso della Juventus, anch’egli rimasto ferito nella calca. Il sindaco di Torino Chiara Appendino ha proclamato il lutto cittadino.

Article source: http://www.diariopartenopeo.it/notizie-italia/notizie-sportive-italiane/15/06/2017/caos-in-piazza-san-carlo-a-torino-morta-erika/

MILANO – Gigi Buffon non ha ancora digerito la sconfitta nella finale di Champions League con il Real Madrid, e ancor meno giù gli è andata l’esultanza dei tifosi anti-Juve, che hanno fatto festa dopo il severo 4-1 inflitto dai Blancos alla Vecchia Signora. E nel corso della conferenza stampa alla vigilia del match tra Italia e Liechtenstein il portiere della nazionale non le ha mandate certo a dire: «I caroselli dei tifosi anti juventini dopo la sconfitta di Cardiff? Sono orgoglioso di non essere come loro. Nel calcio esistono le vittorie e le sconfitte. Io sono convinto che da queste si impara molto di più che dalle vittorie, e per questo fatico ad accettare gli atteggiamenti di chi tifa contro la Juve a prescindere. Sono orgoglioso di non essere come chi ha fatto i caroselli dopo la finale di Cardiff».

Article source: http://www.diariopartenopeo.it/notizie-italia/notizie-sportive-italiane/11/06/2017/buffon-lancia-una-frecciata-ai-tifosi-anti-juve/

Azzurri di Gloria è di proprietà di Luca Lovelli
CF: LVLLCU87T16F965K
email [email protected]

Article source: https://www.azzurridigloria.com/news-tiro-a-segno/

BENEVENTO – L’attesa è finita, il grande giorno è finalmente arrivato. Benevento si appresta a vivere la notte più importante di tutta la sua storia calcistica, quella che potrebbe sancire l’incredibile salto nella massima serie. Basta un pari, un pareggio soltanto, e sarà Serie A.

La gente in città è – come abbondantemente preventivabile – letteralmente impazzita. Il Ciro Vigorito è, ovviamente, tutto esaurito da giorni: polverizzati i 15.134 biglietti messi in vendita dalla società sannita (un centinaio i tifosi in arrivo da Carpi), la tifoseria organizzata ha annunciato una coreografia spettacolare, che coinvolgerà tutti i settori dell’impianto, ma per ora vige ancora il più stretto riserbo. Negozi, studi professionali, tanti uffici chiuderanno prima dell’orario consueto, nessuno vuole perdersi l’appuntamento con la storia. Resteranno aperti solo pub, ristoranti e pizzerie, per permettere alle migliaia di tifosi che non sono riusciti ad accaparrarsi il prezioso tagliando di vivere l’emozione del match.

Non ci sarà nessun maxi-schermo in piazza Risorgimento. Il sindaco Mastella ha fatto un ultimo disperato tentativo nella giornata di ieri, chiedendo una riunione straordinaria del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza, ma non c’è stato nulla da fare: non ci sarebbero i presupposti per garantire l’ordine pubblico, anche a causa della gran mole di agenti che gioco-forza saranno dirottati verso lo stadio e le sue immediate vicinanze. La sensazione è che sulla decisione abbia pesato, non poco, quanto accaduto pochi giorni fa a Torino in occasione della finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid.

Benevento è in fibrillazione, i tifosi stanno vivendo un’attesa che definire snervante è poco, ma in queste ore si può dire che stia prevalendo la voglia di non fare pronostici o, forse più semplicemente, la scaramanzia. Memori anche di alcune cocenti delusioni degli anni passati – su tutte la finale di play off di Serie C con il Crotone, dove gli Stregoni vennero battuti in casa nel match di ritorno abbandonando i sogni di promozione – la città non è stata addobbata a festa. Certo, bancarelle con in bella mostra magliette e bandiere su cui campeggia gigante la lettera “A” sono spuntate un po’ dappertutto, ma la gran parte della tifoseria preferisce aspettare, in silenzio e con pazienza.

Article source: http://www.diariopartenopeo.it/notizie-italia/notizie-sportive-italiane/08/06/2017/benevento-in-fibrillazione-per-la-finale-di-ritorno-con-il-carpi/

LATINA – Brutto incidente in moto per Max Biaggi, durante le prove per gli internazionali di Supermoto sulla pista del Sagittario a Latina. Dopo lo schianto è stato trasportato in elicottero all’ospedale San Camillo di Roma in codice rosso per un trauma toracico e spinale. Secondo quanto si apprende, non dovrebbe essere in pericolo di vita: il pilota romano è vigile e cosciente e non ha mai perso conoscenza. Sono in corso accertamenti radiologici, neurologici e clinici per stabilire l’entità dei traumi.

Article source: http://www.diariopartenopeo.it/notizie-italia/notizie-sportive-italiane/09/06/2017/incidente-in-pista-per-max-biaggi/

LATINA – Brutto incidente in moto per Max Biaggi, durante le prove per gli internazionali di Supermoto sulla pista del Sagittario a Latina. Dopo lo schianto è stato trasportato in elicottero all’ospedale San Camillo di Roma in codice rosso per un trauma toracico e spinale. Secondo quanto si apprende, non dovrebbe essere in pericolo di vita: il pilota romano è vigile e cosciente e non ha mai perso conoscenza. Sono in corso accertamenti radiologici, neurologici e clinici per stabilire l’entità dei traumi.

Article source: http://www.diariopartenopeo.it/notizie-italia/notizie-sportive-italiane/09/06/2017/incidente-in-pista-per-max-biaggi/

LATINA – Brutto incidente in moto per Max Biaggi, durante le prove per gli internazionali di Supermoto sulla pista del Sagittario a Latina. Dopo lo schianto è stato trasportato in elicottero all’ospedale San Camillo di Roma in codice rosso per un trauma toracico e spinale. Secondo quanto si apprende, non dovrebbe essere in pericolo di vita: il pilota romano è vigile e cosciente e non ha mai perso conoscenza. Sono in corso accertamenti radiologici, neurologici e clinici per stabilire l’entità dei traumi.

Article source: http://www.diariopartenopeo.it/notizie-italia/notizie-sportive-italiane/09/06/2017/incidente-in-pista-per-max-biaggi/

LATINA – Brutto incidente in moto per Max Biaggi, durante le prove per gli internazionali di Supermoto sulla pista del Sagittario a Latina. Dopo lo schianto è stato trasportato in elicottero all’ospedale San Camillo di Roma in codice rosso per un trauma toracico e spinale. Secondo quanto si apprende, non dovrebbe essere in pericolo di vita: il pilota romano è vigile e cosciente e non ha mai perso conoscenza. Sono in corso accertamenti radiologici, neurologici e clinici per stabilire l’entità dei traumi.

Article source: http://www.diariopartenopeo.it/notizie-italia/notizie-sportive-italiane/09/06/2017/incidente-in-pista-per-max-biaggi/

LATINA – Brutto incidente in moto per Max Biaggi, durante le prove per gli internazionali di Supermoto sulla pista del Sagittario a Latina. Dopo lo schianto è stato trasportato in elicottero all’ospedale San Camillo di Roma in codice rosso per un trauma toracico e spinale. Secondo quanto si apprende, non dovrebbe essere in pericolo di vita: il pilota romano è vigile e cosciente e non ha mai perso conoscenza. Sono in corso accertamenti radiologici, neurologici e clinici per stabilire l’entità dei traumi.

Article source: http://www.diariopartenopeo.it/notizie-italia/notizie-sportive-italiane/09/06/2017/incidente-in-pista-per-max-biaggi/

BENEVENTO – L’attesa è finita, il grande giorno è finalmente arrivato. Benevento si appresta a vivere la notte più importante di tutta la sua storia calcistica, quella che potrebbe sancire l’incredibile salto nella massima serie. Basta un pari, un pareggio soltanto, e sarà Serie A.

La gente in città è – come abbondantemente preventivabile – letteralmente impazzita. Il Ciro Vigorito è, ovviamente, tutto esaurito da giorni: polverizzati i 15.134 biglietti messi in vendita dalla società sannita (un centinaio i tifosi in arrivo da Carpi), la tifoseria organizzata ha annunciato una coreografia spettacolare, che coinvolgerà tutti i settori dell’impianto, ma per ora vige ancora il più stretto riserbo. Negozi, studi professionali, tanti uffici chiuderanno prima dell’orario consueto, nessuno vuole perdersi l’appuntamento con la storia. Resteranno aperti solo pub, ristoranti e pizzerie, per permettere alle migliaia di tifosi che non sono riusciti ad accaparrarsi il prezioso tagliando di vivere l’emozione del match.

Non ci sarà nessun maxi-schermo in piazza Risorgimento. Il sindaco Mastella ha fatto un ultimo disperato tentativo nella giornata di ieri, chiedendo una riunione straordinaria del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza, ma non c’è stato nulla da fare: non ci sarebbero i presupposti per garantire l’ordine pubblico, anche a causa della gran mole di agenti che gioco-forza saranno dirottati verso lo stadio e le sue immediate vicinanze. La sensazione è che sulla decisione abbia pesato, non poco, quanto accaduto pochi giorni fa a Torino in occasione della finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid.

Benevento è in fibrillazione, i tifosi stanno vivendo un’attesa che definire snervante è poco, ma in queste ore si può dire che stia prevalendo la voglia di non fare pronostici o, forse più semplicemente, la scaramanzia. Memori anche di alcune cocenti delusioni degli anni passati – su tutte la finale di play off di Serie C con il Crotone, dove gli Stregoni vennero battuti in casa nel match di ritorno abbandonando i sogni di promozione – la città non è stata addobbata a festa. Certo, bancarelle con in bella mostra magliette e bandiere su cui campeggia gigante la lettera “A” sono spuntate un po’ dappertutto, ma la gran parte della tifoseria preferisce aspettare, in silenzio e con pazienza.

Article source: http://www.diariopartenopeo.it/notizie-italia/notizie-sportive-italiane/08/06/2017/benevento-in-fibrillazione-per-la-finale-di-ritorno-con-il-carpi/

MILANO – Per ora è soltanto una voce, ma se la notizia dovesse essere confermata avrebbe del clamoroso: secondo quanto riportato da Afrique Presse Frank Kessiè, centrocampista dell’Atalanta in procinto di passare al Milan, avrebbe più dei 20 anni dichiarati.

Il giocatore ivoriano ha svolto nella giornata di ieri le visite mediche con il club rossonero, ma sarebbero emersi dei problemi che avrebbero spinto la società a ulteriori approfondimenti. Ufficialmente si parla di possibili guai al ginocchio, ma secondo l’agenzia di stampa senegalese il reale motivo sarebbe, appunto, nell’età di Kessiè, che ufficialmente risulta nato nel dicembre del 1996. Si tratta, come detto, solo di un’indiscrezione, che non ha ancora trovato riscontri ufficiali. Nel caso la voce dovesse essere confermata, si tratterebbe di un nuovo caso Luciano, il giocatore brasiliano del Chievo che nel 2002 confessò di avere mentito sulla sua identità, dichiarando di chiamarsi Eriberto e di avere, appunto, quattro anni in meno rispetto alla sua reale età.

Article source: http://www.diariopartenopeo.it/notizie-italia/notizie-sportive-italiane/31/05/2017/kessie-indiscresione-dallafrica-secondo-la-stampa-locale-avrebbe-piu-dei-20-anni-dichiarati/

Tempo di saluti e ringraziamenti quest’oggi allo stadio comunale “Stefano Vicino”, in occasione dell’ultima giornata di Campionato di Serie D – Girone H, incorniciata dai gialloblù con una vittoria schiacciante sul San Severo per 4-0, chiudendo positivamente la prima stagione in Serie D con un punteggio totale di 61 in quarta posizione.

La prima azione del match è del San Severo che al 4′, con una punizione battuta da centrocampo, trova Ianniciello sul secondo palo che colpisce di testa, ma Vassallo è attento e manda la palla in calcio d’angolo. Il goal dell’1-0 arriva al 7′, con Picci che segna su un calcio di rigore con bel tiro angolato sulla destra del portiere. L’espulsione di Basta al 12′ lascia la squadra ospite in 10 per tutta la durata della partita. Al 20′, ci prova D’Anna, ma il pallone termina di poco alto sulla traversa. Beneficia di un calcio di punizione dai 30m la compagine foggiana, la quale però non riesce a sfruttare a dovere l’occasione per il pareggio. Al 31′, bella azione solitaria di Presicce che, dopo aver smarcato due giocatori avversari, ci prova dal limite dell’area, ma il suo tiro finisce a lato della porta. Firma una doppietta l’attaccante gravinese Picci con un colpo di testa, dopo uno splendido cross dell’under Liberio al 43′. L’ultima azione del primo tempo capita sui piedi di Presicce che, a tu per tu con Provaroni, si divora un goal calciando alto.
Un inizio secondo tempo spumeggiante per la formazione casalinga che già al 3′ si porta sul 3-0 con D’Anna che segna da posizione ravvicinata. Al 12′, arriva la risposta del San Severo: a provarci è De Vivo dalla distanza, ma l’estremo difensore gialloblù respinge con successo. Insaziabile la FBC Gravina, che al 13′ cala il poker con Chiaradia che, a tu per tu con il portiere avversario, non sbaglia. Al 25′, il tiro di Novello termina alto sulla traversa gravinese. Negli ultimi venti minuti di gioco, l’under Vassallo si rende protagonista di due miracolose parate: al 28′ manda in calcio d’angolo il gran tiro di Castri; al 31′ invece, para il tiro di Di Federico, ma non riesce a bloccare la palla, poi salvata sulla linea dal compagno di squadra Cassano, lasciando la porta inviolata. Nessuna azione di rilievo nei minuti finali del match.
Da segnalare, le ammonizioni di Liberio e Cassano per la FBC Gravina.

Domenica prossima, 14 maggio, il Gravina è chiamato a giocare i play off contro la Nocerina.

Article source: https://www.gravinalife.it/sport/la-fbc-gravina-chiude-la-stagione-con-un-poker-4-0/

MODENA – Il Benevento è a novanta minuti dalla Serie A. I sanniti reggono l’assalto del Carpi nella finale di andata dei Playoff di Serie B. Grazie al piazzamento nella stagione regolare basterà un pareggio nella gara di ritorno per conquistare la prima promozione nella massima serie della loro storia. In caso di promozione tornerebbe un derby della Campania in Serie A a trenta anni di distanza dall’ultimo Napoli-Avellino, risalente alla stagione 1987/88. Una sfida attesissima anche dai sostenitori azzurri che hanno invaso la fanpage del Benevento per dare il proprio appoggio.

Benevento al Cabassi senza Ciciretti, Ceravolo e Puscas. Baroni schiera Cissé al centro dell’attacco, con Falco e Melara a supporto. Castori conferma il 4-4-2 e si affida alla coppia Mbakogu-Lasagna. I giallorossi partono bene e, nel primo quarto d’ora, tengono in apprensione la difesa di casa. Le assenze in attacco, però, si fanno sentire. Nonostante la mole di gioco sviluppata, le occasioni latitano. Cissé non riesce mai a impegnare Belec sul serio. Il Carpi viene fuori alla distanza e col passare dei minuti prende il pallino del gioco. La pressione degli emiliani aumenta nel secondo tempo. La difesa del Benevento, però, tiene senza troppi affanni. Finisce a reti bianche. Appuntamento giovedì sera al Vigorito per la partita di ritorno.

Article source: http://www.diariopartenopeo.it/notizie-italia/notizie-sportive-italiane/04/06/2017/playoff-serie-b-finale-carpi-benevento-0-0-cronaca/

MODENA – Il Benevento è a novanta minuti dalla Serie A. I sanniti reggono l’assalto del Carpi nella finale di andata dei Playoff di Serie B. Grazie al piazzamento nella stagione regolare basterà un pareggio nella gara di ritorno per conquistare la prima promozione nella massima serie della loro storia. In caso di promozione tornerebbe un derby della Campania in Serie A a trenta anni di distanza dall’ultimo Napoli-Avellino, risalente alla stagione 1987/88. Una sfida attesissima anche dai sostenitori azzurri che hanno invaso la fanpage del Benevento per dare il proprio appoggio.

Benevento al Cabassi senza Ciciretti, Ceravolo e Puscas. Baroni schiera Cissé al centro dell’attacco, con Falco e Melara a supporto. Castori conferma il 4-4-2 e si affida alla coppia Mbakogu-Lasagna. I giallorossi partono bene e, nel primo quarto d’ora, tengono in apprensione la difesa di casa. Le assenze in attacco, però, si fanno sentire. Nonostante la mole di gioco sviluppata, le occasioni latitano. Cissé non riesce mai a impegnare Belec sul serio. Il Carpi viene fuori alla distanza e col passare dei minuti prende il pallino del gioco. La pressione degli emiliani aumenta nel secondo tempo. La difesa del Benevento, però, tiene senza troppi affanni. Finisce a reti bianche. Appuntamento giovedì sera al Vigorito per la partita di ritorno.

Article source: http://www.diariopartenopeo.it/notizie-italia/notizie-sportive-italiane/04/06/2017/playoff-serie-b-finale-carpi-benevento-0-0-cronaca/

Lions Bisceglie-Monteroni 84-62

Lions Bisceglie: Cucco12 (2/3, 2/5), Bruno 9 (3/4, 1/3), Potì 15 (4/6, 2/5), Leggio 6 (1/2, 0/2), Antonelli 11 (4/9), Cena 8 (1/4, 2/4), Esposito 8 (4/5, 0/1), Di Emidio 7 (2/2, 1/1), Chiriatti 6 (0/1, 1/3), Comollo 2 (1/1). Allenatore: Domenico Sorgentone.
Monteroni: Balic 15 (3/10, 2/6), Ingrosso 16 (2/2, 4/6), Leucci 5 (1/2, 1/2), Paiano 6 (3/13), Zanotti 9 (3/9, 0/2), Mavric 5 (2/3), Lorenzo Calasso 2 (1/1, 0/1), Martina 2 (1/1, 0/2), Gianmarco Calasso 2 (1/1), Martino. Allenatore: Massimo Dima.
Arbitri: Martinelli di Brescia, Bavera di Desio (Monza e Brianza).

Parziali: 23-15; 45-28; 66-41.
Note: nessun uscito per cinque falli. Tiri da due: Lions Bisceglie 22/37, Monteroni 17/42. Tiri da tre: Lions Bisceglie 9/24, Monteroni 7/19. Tiri liberi: Lions Bisceglie 13/18, Monteroni 7/10. Rimbalzi: Lions Bisceglie 29 (26+3, Antonelli 6), Monteroni 41 (30+11, Zanotti 17). Assists: Lions Bisceglie 15 (Potì 4), Monteroni 12 (Ingrosso 4).
Nessuno avrebbe immaginato i Lions meritatamente al secondo posto in classifica, al termine della regular season, nel complicato e caldo girone D del torneo di Serie B. Eppure è accaduto. Una fantastica sinergia fra staff tecnico, squadra e società ha prodotto un risultato che è senza dubbio di tutto l’ambiente ma reca il sigillo di coach Domenico Sorgentone, primo artefice di quanto Bisceglie ha saputo costruire finora.

 

Il basket è al tempo stesso una disciplina di sfide continue: il record 24-6 e le quindici affermazioni casalinghe (PalaDolmen e PalaBiella gli unici domicili inviolati della pallacanestro italiana nei campionati nazionali) non avranno alcun valore domenica 30 aprile, quando Andrea Chiriatti e compagni sfideranno la Luiss Roma, che ha chiuso in settima posizione nel gruppo C, in gara1 dei quarti playoff.

 

L’ultimo successo è stato conseguito ai danni di Monteroni, che ha pagato con la retrocessione diretta in C. La formazione salentina, costretta a un’impresa, ha tenuto solo nei primi minuti della contesa, cedendo progressivamente al cospetto di una squadra più forte e fin troppo determinata a completare un percorso frutto di durissimo lavoro; la crescita costante di un gruppo che ha tratto lezioni da ogni singola partita, scoprendo la sua compattezza col trascorrere del tempo. Piacersi davanti allo specchio non fa per questi Lions, già pronti per preparare il primo impegno col team capitolino. Si ricomincia.



Chi è Vito Troilo

Giornalista pubblicista. Caporedattore, oltre che responsabile della redazione sportiva, di Bisceglie in diretta.
Si occupa di cronaca, attualità, politica e spettacoli oltre che di sport. È grande appassionato delle tematiche che riguardano l’Europa orientale.
Ha praticato calcio, pallacanestro e atletica leggera, è stato allenatore e dirigente di pallacanestro. Ha cominciato a scrivere articoli all’età di 10 anni. Ha collaborato con diversi quotidiani, tv, radio e riviste specializzate. Ha realizzato centinaia di telecronache e radiocronache sportive. Cura uffici stampa e campagne promozionali.

Article source: http://www.bisceglieindiretta.it/missione-compiuta-lions-secondi-luiss-roma-sulla-strada-dei-nerazzurri/

Eccoci con un nuovo appuntamento con le notizie che ci arrivano dal Mugello, dove domenica 4 giugno si correrà il Grand Premio D’Italia, valido per il campionato mondiale di #motogp. Le ultime notizie rivelano che #Valentino Rossi ha ricevuto il nulla osta dai medici dopo il terribile incidente avvenuto durante una sessione di allenamento vicino a casa. I fani del pilota della Yamaha possono quindi stare tranquilli, perché il Dottore ha superato brillantemente le prove libere conseguendo un 12° posto, nonostante non sia al 100% della forma.

Motogp, Valentino: “Ho avuto paura”

Valentino Rossi è tornato al Mugello con una voglia matta di rivincita, dopo essere caduto nel corso del Gp di Le Mans.

Come ricorderete il pilota Tavullia era caduto a pochi centinaia di metri dalla fine del Gp di Francia, perdendo punti importanti per la lotta al Mondiale. Poi la sfortuna aveva bussato nuovamente alla sua porta, con un terribile volo dalla sua motocross. Infatti il centauro ha svelato di essere stato catapultato un metro dalla pista dopo che la moto da cross si era piantata a terra. Un terribile volo che ha fatto preoccupare i fan, già addolorati per la fine prematura di Nicky Hayden, il pilota di Superbike morto in un incidente stradale a Rimini.

Il Dottore in terapia intensiva

Il Dottore ha inoltre ha raccontato di aver accusato un dolore fortissimo al torace, che gli aveva compromesso la respirazione. Infatti gli accertamenti medici eseguiti all’Ospedale Infermi di Rimini avevano evidenziato un brutto edema a livello epatico e addominale, tanto che il pilota di Tavullia era stato costretto a restare in osservazione in terapia intensiva, vegliato da mamma Stefania.

Motogp News: Valentino Rossi correrà al Mugello

Valentino Rossi, il pilota della Movistar Yamaha Motogp, è stato sottoposto ad una ecografia di controllo dallo staff medico della clinica mobile del Mugello, che non ha evidenziato particolari problemi al cuore ed al fegato, tanto da ricevere l’idoneità a partecipare al Grand Premio D’Italia che si svolgerà da oggi 2 giugno a a domenica 4 giugno sul circuito toscano, dove si attendono quasi 100 mila spettatori. Intanto oggi 2 giugno, il Dottore si è presentato regolarmente al box della sua M1 dove ha voluto provare due telai e due treni di gomme.

Dodicesimo posto per Vale, caduta per Viñales

Nel corso delle due sessioni di prove libere, Valentino non si è lasciato intimidire dal dolore al torace, ancora fortissimo, tanto da spingere la moto a 340 kmh sul rettilineo. Inoltre Rossi ha portato a casa il 12° tempo, davanti a Maverick Viñales, il leader del moto-mondiale che è stato protagonista di una spaventosa caduta nella seconda manche di prove libere. Non ci resta che attendere sabato 3 e 4 giugno per vedere Valentino Rossi emozionare ancora una volta i fan italiani, accorsi a vederlo.

Per altre notizie sportive non vi resta che cliccare il tasto segui, sotto il video dell’articolo ed accanto al nome dell’autore. #motogp mugello

Article source: http://it.blastingnews.com/sport/2017/06/motogp-mugello-2017-ottime-notizie-per-i-fan-di-valentino-rossi-001743327.html

“Siamo stati D parola”. Con queste parole, celebrano la vittoria conquistata domenica 30 aprile in casa con un netto 3:0, contro la seconda classificata del Girone 1 della Divisione maschile di Pallavolo, la Marino Volley Altamura.

Per essere un Campionato di bassa categoria, numeroso il pubblico di presenti al Polivalente comunale di via Dante per assistere al derby murgiano pallavolistico, che ha visto i gravinesi aggiudicarsi il primo set per 25:23, il secondo set per 25:21 ed infine il terzo per 25:22.

Esperienza, ambizione e la giusta alchimia ha portato i ragazzi della Casareale Volley Gravina ad eccellere in Campionato, come si evince anche dalle parole del Capitano della squadra Fabio Lavecchia: “Siamo felicissimi di questa promozione raggiunta e per nulla scontata in un campionato ostico e combattivo, specialmente fuori casa. Io lo sono in particolare perché dopo tante promozioni con la maglia di altre squadre, questa è la mia prima con i colori della mia città. Da capitano, poi, è un orgoglio ancor più grande, a prescindere dalla categoria”. In riferimento all’ultima giornata di playoff disputata ieri sera, commenta: “È stato emozionante giocarcela contro i nostri amici di Altamura e lo spettacolo visto nei due incontri ne è la dimostrazione, perché il nostro sport è differente. Ora ci concediamo qualche giorno di meritato riposo per poi iniziare a programmare la prossima stagione. Da quest’anno, finalmente abbiamo come obiettivo la scalata alla serie B e io metterò tutto me stesso, la mia esperienza e il mio lavoro, per coronare questo nostro sogno”.

Article source: https://www.gravinalife.it/sport/per-la-casareale-volley-gravina-e-serie-d/

Aurora Calculli, Francesca Carducci, Domenico Iaculli, Pasquale Merolla e Nicole Sangerardi, sono i 5 atleti gravinesi dell’A.S.D “Stelle del Pattinaggio” che hanno solcato il podio del Campionato regionale “Festival delle rotelle” promosso dall’AICS – Associazione Italiana Cultura e Sport, tenutosi a Bari nei giorni 1-2 e 25 aprile 2017.

“In 24 hanno partecipato, dimostrando grinta, coraggio e tanta forza di volontà, nonostante fossero alla loro prima esperienza” commentano le Allenatrici Federali Francesca Carducci e Feliciana Matera, orgogliose dei risultati ottenuti dai piccoli campioni, durante questo campionato. “A pochi anni dall’apertura di questa scuola di pattinaggio artistico a rotelle, ecco i primi grandi risultati” concludono.

Una realtà che ha infatti appena quattro anni, ma che sta prendendo sempre più piede in città, riscontrando numerosi consensi anche tra i maschietti, e che promuove una disciplina sportiva elegante, completa, vigorosa.

Article source: https://www.gravinalife.it/sport/5-stelle-del-pattinaggio-sul-podio-del-festival-delle-rotelle/

MILANO – Per ora è soltanto una voce, ma se la notizia dovesse essere confermata avrebbe del clamoroso: secondo quanto riportato da Afrique Presse Frank Kessiè, centrocampista dell’Atalanta in procinto di passare al Milan, avrebbe più dei 20 anni dichiarati.

Il giocatore ivoriano ha svolto nella giornata di ieri le visite mediche con il club rossonero, ma sarebbero emersi dei problemi che avrebbero spinto la società a ulteriori approfondimenti. Ufficialmente si parla di possibili guai al ginocchio, ma secondo l’agenzia di stampa senegalese il reale motivo sarebbe, appunto, nell’età di Kessiè, che ufficialmente risulta nato nel dicembre del 1996. Si tratta, come detto, solo di un’indiscrezione, che non ha ancora trovato riscontri ufficiali. Nel caso la voce dovesse essere confermata, si tratterebbe di un nuovo caso Luciano, il giocatore brasiliano del Chievo che nel 2002 confessò di avere mentito sulla sua identità, dichiarando di chiamarsi Eriberto e di avere, appunto, quattro anni in meno rispetto alla sua reale età.

Article source: http://www.diariopartenopeo.it/notizie-italia/notizie-sportive-italiane/31/05/2017/kessie-indiscresione-dallafrica-secondo-la-stampa-locale-avrebbe-piu-dei-20-anni-dichiarati/

NAPOLI - La grande pallavolo chiama, Napoli risponde. Più di tremila spettatori hanno affollato le tribune del Palabarbuto per la prima partita della Vesuvio Cup. Spinta dal pubblico partenopeo la nazionale di Blengini ha regolato l’Argentina del grande ex Velasco per tre set a uno. Il match si è rivelato un test probante in vista della World League che inizierà la prossima settimana. Il ct azzurro ha avuto modo di far ruotare i suoi uomini, provando varie soluzioni. Nonostante si sia trattato di un’amichevole di lusso, i ritmi sono stati buoni. Il pubblico ha gradito, lasciandosi trascinare dalle giocate. In una città in cui la grande pallavolo manca da decenni, una gara dell’Italia ha rappresentato un’occasione unica per godere di uno spettacolo di alto livello. Peccato che, fin quando non ci sarà un nuovo palazzetto, Napoli non potrà ospitare incontri ufficiali. La distanza tra il tetto e il campo di gioco del Palabarbuto non è regolamentare.

L’Italia parte bene. Dopo qualche incertezza nelle primissime battute, gli azzurri iniziano a macinare punti e gioco. Lanza, Vettori e Randazzo fanno la differenza in fase offensiva, permettendo di concludere il primo set sul 25-20. L’Argentina non ci sta ad incarnare la vittima sacrificale della serata napoletana. Nella seconda frazione, nonostante qualche sbandata a cavallo del secondo parziale, i sudamericani restano a contatto e portano a casa il set. Finisce 26 a 24 per gli ospiti, con Lanza che piazza fuori la palla del 25 pari. L’Italia però ne ha di più. Giannelli si conferma uno dei migliori palleggiatori in circolazione, Vettori mette a terra palloni importanti e gli azzurri portano a casa il il terzo set con un netto 25-14. L’Argentina cede definitivamente nella seconda parte del quarto set quando, dopo aver ripreso l’Italia sul 15 a 15, regala le tre palle seguenti. È lo spartiacque. L’Italia allunga e chiude sul 25 a 18. Festeggia il Palabarbuto e fa festa anche Sbertoli che bagna con una vittoria l’esordio in nazionale.

Dopo la fine della partita i giocatori dell’Italia si sono concessi al pubblico per autografi e selfie. Il più richiesto è stato Simone Giannelli che è rimasto a fare foto con i fan per circa un quarto d’ora. Commentando la partita ha parlato di «un match probante in vista della World League». Non avendo mai giocato a Napoli non è mancata la domanda sull’impressione che gli ha fatto il pubblico partenopeo. La risposta è stata eloquente: «Giocare qui è una figata».

Article source: http://www.diariopartenopeo.it/notizie-italia/notizie-sportive-italiane/27/05/2017/vesuvio-cup-pallavolo-italia-argentina-3-1/

In casa terminò con una amara sconfitta per 2:3 la sfida tra la Marino Volley Altamura contro la Casareale Volley Gravina, per la seconda giornata di Play Off del Girone 1 della Divisione maschile, disputata lo scorso 2 aprile. Tuttavia la partita è ancora tutta da giocare.

Solamente due punti infatti separano la capolista gravinese (14 punti) dalla seconda classificata altamurana (12 punti), le quali domenica 30 aprile, alle ore 18.30 presso il polivalente comunale di via Dante a Gravina in Puglia, si contenderanno l’accesso alla Serie D nell’ultima partita dei play-off di prima divisione di pallavolo maschile.

La Marino Volley Altamura, per accedervi, dovrà necessariamente vincere nettamente sulla sfidante, alla quale invece basterà la vittoria o anche una sconfitta per 2:3, per coronare il sogno della Serie D.

Chi riuscirà a conquistarla? Non resta che attendere domenica prossima.

Article source: https://www.altamuralife.it/sport/marino-volley-altamura-vs-casareale-volley-gravina-chi-conquistera-la-serie-d/

Azzurri di Gloria è di proprietà di Luca Lovelli
CF: LVLLCU87T16F965K
email [email protected]

Article source: https://www.azzurridigloria.com/news-tiro-a-segno/

Dopo una netta vittoria (0:3) conseguita ad Adelfia lo scorso sabato contro la casalinga Lions Peuceta (primo set 14:25 – secondo set 23:25 – terzo set 11:25) per la terza giornata dei play-off di prima divisione di pallavolo maschile, la Casareale Volley Gravina – capolista del girone con 14 punti – è chiamata ad un ultimo grande sforzo per raggiungere il sogno di una stagione.

Si terrà infatti domenica 30 aprile alle ore 18.30 presso il polivalente comunale di via Dante l’ultima partita dei play-off di prima divisione di pallavolo maschile, contro la seconda classificata (12 punti) Marino Volley Altamura. Un match importante, in cui ci si giocherà il tutto per tutto: la Serie D.

Una vittoria o anche una sconfitta per 2:3, sarà sufficiente per la Casareale Volley Gravina – avendo 2 risultati su 3 – per coronare il sogno della Serie D.

In attesa del Big Match, godetevi questo filmato. Buona visione.

Article source: https://www.gravinalife.it/sport/casareale-volley-gravina-vs-marino-volley-altamura-chi-conquistera-la-serie-d/

Alta tensione ed inspiegabili emozioni hanno caratterizzato la 15^ Giornata di Campionato di Serie D – Girone H disputata allo stadio comunale “Stefano Vicino”: protagoniste in campo la padrona di casa FBC Gravina e la ormai ex capolista Trastevere che subisce una sconfitta in trasferta per 1-0, scivolando così in seconda posizione e vedendo salire in prima la pugliese Bisceglie, vittoriosa quest’oggi contro il Città di Ciampino per 2-1.

Dopo un minuto di silenzio e rispetto rivolto alla memoria del ciclista Michele Scarponi, deceduto sabato 22 aprile all’età di soli 37 anni investito in sella alla sua bicicletta a Filottrano, ha avuto inizio l’atteso big match; immancabile il supporto dei tifosi gialloblù nei 90 minuti di gioco. A distanza di soli 5 minuti dal fischio d’inizio, il Gravina, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, trova il vantaggio con l’attaccante Picci, che si rivela il più lesto ad insaccare la palla in rete a porta sguarnita. All’11’, arriva la prima reazione del Trastevere con Pagliarini, che da posizione defilata, manda il pallone a lato. La squadra ospite beneficia poi al 24′ di una punizione battuta dal lato destro dell’area di rigore da Panico, il cui tiro è telefonato. Al 30′, guadagna un corner il Trastevere, ma la difesa gravinese allontana con successo la minaccia, dando prova di essere la miglior difesa del Girone H. L’ultima azione del primo tempo porta la firma di D’Anna che, dopo un azione solitaria, calcia abbondantemente alto sulla traversa.

Nei primi 20 minuti del secondo tempo, la partita si sviluppa a centrocampo con nessuna azione di rilievo da ambo le parti. Al 22′, ci prova il neoentrato Nghom dal limite dell’area, ma il suo tiro finisce alto. E’ nuovamente l’attaccante Pagliarini a rendersi pericoloso al 24′ con un bel tiro che non riesce però a sorprendere l’estremo difensore gialloblù Vassallo, il quale para e manda la palla in calcio d’angolo, successivamente sventato dalla difesa casalinga. Contropiede spettacolare del Gravina nei minuti di recupero con D’Anna, che a tu per tu con il portiere avversario Radaelli, si lascia ipnotizzare e il pallone termina in calcio d’angolo. L’ultima occasione da goal per la FBC Gravina, capita sui piedi di Presicce, il cui tiro termina però tra le braccia del portiere romano. La compagine di Mister Deleonardis chiude così la pratica “Trastevere” con il risultato finale di 1-0.

Da segnalare le ammonizioni di Liberio, Picci e Lanzolla per la FBC Gravina; ammonito invece Vendetti per il Trastevere.

Prossima partita in terra lucana per il Gravina: domenica 30 aprile si gioca in casa del Potenza.

Article source: https://www.gravinalife.it/sport/riscatto-dei-falchi-in-casa-contro-il-trastevere-1-0/